Castelmagno

redazione |
22 Apr, 2020 |

Home » Castelmagno

texture castelmagno
STRADE STRETTE, CURVE INFINITE, TORRENTI IMPETUOSI, VECCHIE GALLERIE, ROCCE A STRAPIOMBO

E si sale, ad ogni tornante la speranza che sia l’ultimo. All’improvviso la luce si fa più forte, la valle si apre, austere montagne ti accolgono, pascoli infiniti, fischi di marmotte, cascate d’acqua. Le case ancora lì, da sempre, terra contadina, terra dei Catari.

SIAMO A CASTELMAGNO, NELLE ALPI CUNEESI, 1800 m s.l.m

un imponente Santuario domina il paese, un po’ più sotto, il regno di Giorgio Amedeo e di suo figlio Andrea. Un cartello indica il nome della loro Azienda Agricola, La Meiro. Giorgio, laureato in ingegneria, una carriera da manager in importanti società, il mondo lo ha girato e rigirato. Andrea, funzionario di Banca a Cuneo. Un bel giorno, saliti a Castelmagno nella loro vecchia casa, si guardarono negli occhi, e senza proferire parola, decisero di lasciare tutto e trasferirsi in montagna. Restaurarono la casa, costruirono una stalla, comprarono vacche di ottima razza, ed iniziarono a produrre il Formaggio Castelmagno, il Re di queste vallate. Piano piano acquistarono i pascoli dove far pascolare le loro vacche oltre i 2000 metri, soltanto durante i mesi estivi. Il più era fatto, ma non contenti, ricavarono una grande cantina dove far stagionare i loro formaggi.

DOPO POCHI ANNI DECISERO DI ALLESTIRE TRE CAMERE PER GLI OSPITI, E UN RISTORANTE PER CONFORTARE L’ANIMA E IL PALATO.

Un’operazione non di pochi sacrifici, ma loro non si sono fermati davanti a niente, credendo nella qualità del loro Castelmagno, che nelle loro cantine stagiona per lungo tempo, anche oltre i quattro anni. Questo lungo tempo, a temperatura e umidità controllate, permette, all’interno del formaggio, il formarsi di nobili muffe. Così nasce un grande formaggio da meditazione, dal sapore dolce, intenso, ottimo anche accompagnato da uno straordinario Genepy che Andrea produce in alpeggio.

UN VERO MIRACOLO DI CULTURA CONTADINA, UN RISTORANTE ALLE PROPRIE ORIGINI, UN SALVAGUARDARE UN TERRITORIO PREZIOSO, CHE SENZA DI LORO AVREBBE SUBITO IL COMPLETO ABBANDONO.

Bravi!!!

ESTRATTI DAL DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL CONSORZIO DOP
  • Il formaggio “Castelmagno” è ottenuto da latte di vacca crudo. Le mungiture devono essere fino ad un massimo di quattro mungiture consecutive con eventuali aggiunte di latte ovino e/o caprino in percentuale da un minimo del 5 % ad un massima del 20%.
  • Il bestiame bovino deve essere riconducibile ai tipi genetici Barà Pustertaler, Bruna, Pezzata Rossa d’Oropa, Pezzata Rossa, Montbeliard, Grigio Alpina, Piemontese, Valdostana e loro incroci.
  • Il formaggio DOP “Castelmagno” presenta una forma cilindrica a facce piane del diametro di 15-25cm. Lo scalzo è di 12-20 cm. Il peso di una forma varia dai 2 ai 7 kg. Le caratteristiche del formaggio DOP sono riferite al periodo minimo di stagionatura (60 giorni).
  • Il formaggio “Castelmagno” deve essere prodotto e stagionato nel territorio amministrativo dei seguenti comuni siti in provincia di Cuneo: Castelmagno, Pradleves, Monterosso Grana, da cui dovrà provenire anche il latte destinato alla trasformazione.
  • Il formaggio “Castelmagno” essendo prodotto tutto al di sopra dei 600 m. s.l.m. reca in etichetta la dicitura “prodotto della montagna”; quando la produzione del latte e la caseificazione avvengono al di sopra dei 1000 metri s.l.m., il formaggio DOP anziché la dicitura “prodotto della montagna” recherà in etichetta la dicitura “di alpeggio”.
  • Nel caso di formaggio “Castelmagno” prodotto della montagna, la scritta della sventolina sarà in campo colore blu. Per il formaggio “Castelmagno” d’Alpeggio la sventolina porterà la menzione “DI ALPEGGIO” sulle quattro eliche che la compongono; la scritta “CASTELMAGNO” sarà in campo colore verde muschio e i caratteri della scritta “DI ALPEGGIO”

 

La Meiro Terre di Castelmagno

Località Chiappi

Castelmagno /CN

+39 338 6261222

www.terredicastelmagno.com

Ti potrebbe interessare anche…

Antica fattoria La Parrina

Antica fattoria La Parrina

Alla scoperta del magico mondo dell'antica fattoria La Parrina, fatto di storia, di tradizioni, di cultura e di natura incontaminata Un po’ di tempo fa, in occasione di una degustazione di formaggi, ebbi modo di assaggiare un formaggio erborinato di pecora, il Guttus,...

Il Bonat Un Parmigiano Reggiano DOP unico

Il Bonat Un Parmigiano Reggiano DOP unico

Quattro generazione di contadini, quattro generazioni di produttori di un formaggio unico Si fa presto a dire Parmigiano Reggiano, un formaggio conosciuto in tutto il mondo, la cui qualità media è sempre molto alta, grazie ad un disciplinare molto rigido che non...

Formaggio Chocobert di Hansi Baumgartner

Formaggio Chocobert di Hansi Baumgartner

Non si finiscono mai di scoprire i tesori caseari del Maestro Affinatore Hansi Baumgartner della Degust di Varna in Alto Adige. Questa volta Hansi ci propone un’altra sua creazione: il formaggio Chocobert, un formaggio straordinario che unisce il dolce e il salato. È...

Tuma Persa e la gastronomia Armetta

Tuma Persa e la gastronomia Armetta

Gino e Teresa Armetta e Salvatore Passalacqua, grandi scopritori di prodotti tipici siciliani unici A volte per scrivere e raccontare di persone che hanno dedicato la loro vita, la loro professione con tutta l’anima, con tutta la passione, faccio fatica a sintetizzare...

Botalla una storia di famiglia

C’è una storia di famiglia, nel cuore dei formaggi Botalla. Una storia che tramanda la qualità, i sapori e i valori che contano. Con questa passione per la tradizione, la famiglia Bonino porta nel mondo il gusto autentico del Piemonte.   UNA STORIA DI VALORI Era il...

SFOGLIA LA RIVISTA

ABBONATI

POST RECENTI

Antica fattoria La Parrina

Antica fattoria La Parrina

Alla scoperta del magico mondo dell'antica fattoria La Parrina, fatto di storia, di tradizioni, di cultura e di natura incontaminata Un po’ di tempo fa, in occasione di una degustazione di formaggi, ebbi modo di assaggiare un formaggio erborinato di pecora, il Guttus,...

Osteria Da Conte Un’osteria d’altri tempi

Osteria Da Conte Un’osteria d’altri tempi

L'osteria dove regna il calore dell'accoglienza La mia prima volta nell’Osteria Da Conte fu negli anni ’90, anzi, era proprio il 1993. Giorgio Conte, classe 1955, iniziò la sua avventura nel mondo enogastronomico aprendo nel 1978 una birreria a pochi chilometri da...

SPONSORS

Bonat

Bonat

Formaggio con il latte delle nostre mucche Mi presento, sono Giorgio Bonati e con mio figlio Gianluca conduco la nostra azienda agricola nella campagna parmense. La nostra una famiglia di agricoltori e allevatori da quattro generazioni. Oggi abbiamo circa 100 mucche...

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar, una grande azienda, una realtà importantissima dell'Altopiano di Asiago 7 Comuni Oggi il Caseificio Pennar è un’importante realtà dell’Altopiano, con ben tre punti vendita. Il latte di altissima qualità proviene esclusivamente dagli allevatori...

Guffanti

Guffanti

Guffanti dal 1876 seleziona ed affina i migliori formaggi della tradizione casearia italiana ed europea. La massima attenzione nella ricerca e nella selezione del prodotto caseario di qualità artigianale e la passione per un accurato affinamento, sono le regole...

Valsamoggia

Valsamoggia

Il Caseificio Valsamoggia nasce nel 1974 e da tre generazioni crede fermamente nella qualità e genuinità dei propri prodotti con la passione di sempre. Il nostro obiettivo è guardare al futuro con la determinazione di fare sempre meglio mantenendo inalterata la...

Botalla

Botalla

Era il 1947, quando nacque il marchio Botalla Formaggi, in uno scenario ricco di natura e di colori: l’acqua più leggera d’Italia che sgorga dalle Prealpi biellesi, il verde dei pascoli, il bianco delle creste innevate, il rosso della passione e della voglia di...