Il Cacio e Pepe

redazione |
14 Apr, 2020 |

Home » Il Cacio e Pepe

cacio e pepe
Un po’ di storia non fa mai male.

Da dove arriva questo piatto fatto di poche cose semplici: pasta, cacio, e una grattata di pepe? Nasce lungo le transumanze dei pastori con i loro greggi, tra l’Appennino Molisano e la Puglia. La povertà era tanta, si aveva poco o niente dentro le bisacce portate dai muli. La materia prima era il latte delle pecore. Durante il cammino, alla sera e al mattino, al sorgere del sole, si mungevano le pecore e si cagliava il latte. Spesso il formaggio fresco serviva come merce di scambio, come baratto per una pagnotta, o un bottiglione di vino. Il pastore portava sempre con se il formaggio dell’anno precedente, stagionato, buono da scagliare con il coltello, sempre nelle loro tasche. La pasta non mancava mai, e anche il pepe, che serviva da rinforzo, per dare un aroma e sapore in più.

Ecco dunque creato il piatto, buono, gustoso, furbo, ma difficile da realizzare.

Partiamo dalla pasta: dev’essere artigianale, essiccata a bassa temperatura e trafilata al bronzo, una pasta ricca di amido, che, rilasciato durante la cottura, forma una sorta di cremina. Il pecorino dev’essere stagionato, ma non troppo salato, e il pepe, rigorosamente nero, deve emettere un profumo dolce, aromatico, e, attenzione, macinato al momento. Tutto qua? Eh no, adesso viene la difficoltà – riuscire ad amalgamare il tutto. E’ arrivata l’ora di calare la pasta in abbondante acqua bollente, attenzione al sale, un po’ meno del solito. Mentre la pasta cuoce, mettiamo da parte un po’ di acqua di cottura.

Quanta? Abbondiamo pure, quella che rimane poi si butta. Bene, a questo punto grattugiamo il pecorino in una zuppiera, e piano piano aggiungiamo l’acqua di cottura, fino ad ottenere una crema, che non dev’essere ne troppo liquida, ne troppo densa. Mescoliamo con delicatezza facendo attenzione che non si formino i fastidiosi grumi. Scoliamo la pasta al dente e mantechiamo a fuoco spento, una generosa macinata di pepe e il gioco è fatto! La cosa più importante del Cacio e Pepe è che il formaggio non deve filare. Buon appetito!

 

Rocco Buffone, concorrente di Masterchef e chef nell’anima, ha interpretato per noi la ricetta di una cacio e pepe  tradizionale in occasione del Master in Food Photography dell’Italian Food Academy dove gli iscritti al master hanno realizzato la foto.

Ti potrebbe interessare anche…

L’Arte Contemporanea del Formaggio

L’Arte Contemporanea del Formaggio

di Alberto Marcomini Il Formaggio diventa l’espressione della creatività e della personalità di un affinatore o un casaro artista, e l'Arte Casearia si evolve nell'Arte Contemporanea del Formaggio. Alla fine del ‘800 e inizio del ’900 la visione dell’arte moderna...

È pronto il Tatie

È pronto il Tatie

È PRONTO IL  MERAVIGLIOSO TATIE, UN FORMAGGIO ERBORINATO, LAVORATO CON IL VERMOUTH ROSSO, CHE NE DONA il sapore e il profumo e con l’insuperabile mascarpone del Caseificio Valsamoggia. Moro Formaggi di Oderzo, in provincia di Treviso, lo produce in modo perfetto, per...

Le petit déjeuner

Le petit déjeuner

Mio padre lavorava tantissimo sette giorni su sette per tutto l’anno, alla sua famiglia non voleva far mancare nulla. Lavorava dal mattino presto alla sera, per lui il lavoro era una passione, che piano piano rischiava diventare una missione. Durante l’inverno ci...

Il cibo fotografato è vero?

Il cibo fotografato è vero?

Nuova etica ed estetica per la fotografia di food In questo periodo storico unico, monopolizzato da uno scenario terribile, spesso immaginato ma mai pensato che potesse diventare reale, andranno ripensati valori e stili di vita. Anche per la fotografia di food si...

Botalla una storia di famiglia

C’è una storia di famiglia, nel cuore dei formaggi Botalla. Una storia che tramanda la qualità, i sapori e i valori che contano. Con questa passione per la tradizione, la famiglia Bonino porta nel mondo il gusto autentico del Piemonte.   UNA STORIA DI VALORI Era il...

SFOGLIA LA RIVISTA

ABBONATI

POST RECENTI

Casale del Giglio

Casale del Giglio

Non lontano dall'antichissima città di Satricum, dalle vigne che abbracciano gli antichi scavi, nascono i vini straordinari. Qui, a Le Ferriere, nel Agro Pontino, nel lontano 1967 Dino Santarelli fonda il Casale del Giglio. Quante belle storie l’Italia conserva nella...

La Casatella Trevigiana DOP

La Casatella Trevigiana DOP

Un formaggio dal gusto dolce e dal profumo del latte appena munto, da secoli fatto in casa dalle mani sapienti delle donne-casare, la Casatella. Quanti ricordi mi legano a questo nobile formaggio dal gusto dolce, armonico, fruttato e dal profumo e sapore del latte...

Morlacco del Grappa “De Malga”

Morlacco del Grappa “De Malga”

Un formaggio di montagna che parla di tradizioni contadine e ci porta indietro nei secoli, il Morlacco del Grappa. Quando si pronuncia la parola Morlacco la mia memoria mi conduce sempre ad un popolo contadino, allevatore di bestiame, che ai tempi della Serenissima si...

SPONSORS

Brazzale, burro e formaggi dal 1784

Brazzale, burro e formaggi dal 1784

Brazzale è la più antica azienda italiana del settore, in attività ininterrotta da almeno 8 generazioni: burro e formaggi dal 1784. L'azienda produce il formaggio Gran Moravia, fatto con metodi tradizionali e con latte di altissima qualità proveniente dalla Filiera...

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar, una grande azienda, una realtà importantissima dell'Altopiano di Asiago 7 Comuni Oggi il Caseificio Pennar è un’importante realtà dell’Altopiano, con ben tre punti vendita. Il latte di altissima qualità proviene esclusivamente dagli allevatori...

Valsamoggia

Valsamoggia

Il Caseificio Valsamoggia nasce nel 1974 e da tre generazioni crede fermamente nella qualità e genuinità dei propri prodotti con la passione di sempre. Il nostro obiettivo è guardare al futuro con la determinazione di fare sempre meglio mantenendo inalterata la...

Formaggio Morlacco del Grappa

Formaggio Morlacco del Grappa

Il Morlacco del Grappa è un formaggio tipico della zona del Massiccio del Grappa, che si estende nelle provincie di Belluno, Treviso e Vicenza (Alano di Piave, Quero, Feltre, Seren del Grappa, Arsiè (BL) – Borso del Grappa, Pieve del Grappa, Possagno, Cavaso del Tomba...

Casatella Trevigiana DOP

Casatella Trevigiana DOP

La Casatella Trevigiana DOP è un’eccellenza casearia tipica, come suggerito dal nome, della provincia di Treviso ed oggi è conosciuta anche al di fuori dei confini provinciali. E’ stato il primo formaggio a pasta molle ad ottenere il riconoscimento DOP (Denominazione...