Timballo di anelletti alla palermitana secondo la tradizione della Nonna Tinuzza

Redazione |
29 Dic, 2020 |

Home » Timballo di anelletti alla palermitana secondo la tradizione della Nonna Tinuzza

Nel ristorante di Rapallo, che vi porta tra i sapori e i profumi della magica Sicilia, Ristorante Rocco e i suoi fratelli, scopriamo come preparare un ricco e saporito piatto di grande tradizione: Timballo di anelletti alla palermitana.

La nonna Tinuzza aveva insegnato di fare così:

Ingredienti per il ragù:

200 g di carote tritate
150 g di sedano tritate
175 g di cipolla tritate
750 g di carne di manzo tritata
250 g di carne di maiale tritata
½ bicchiere di Marsala
2 foglie di alloro
0,5 L di sugo di pomodoro già fatto prima
½ bicchierino di olio evo
150 g di piselli

Ingredienti per la pasta

0,5 kg di anelletti di grano duro siciliano
ragù di carne preparata
200g mozzarella fior di latte
3 melanzane: 2 fritte a fette, non troppo sottili e 1 a cubetti
Caciocavallo Cinisara o Ragusano o Cascavaddu siciliano, a piacere (se si preferisce la pasticciata più invernale, aggiungete besciamella, prosciutto, salme a pezzi e uova sode).

Preparazione del ragù

Rosolare carote sedano e cipolla. Dopo aggiungere la carne sfumare con il marsala, aggiungere il sugo di pomodoro e lasciare cuocere almeno per 2/3 ore a fiamma media. Alla vista si deve presentare molto scuro e denso.

Preparazione dei piselli

Cuocere 150 g di piselli con olio, cipolla e vino bianco. Una volta cotti tenerli da parte.

Preparazione del Timballo

Dopo aver cotto la pasta, amalgamare il tutto assieme fuori fiamma, tenendo da parte un po’ di ragù e formaggio da mettere sopra alla fine della stesa nella teglia.

Stendere per tutta la teglia, compresi i lati, pangrattato, formaggio e mozzarella e un po’ di ragù. Porre su tutta la teglia le melanzane a fette fritte, la pasta amalgamata precedentemente, ricoprire la pasta con le melanzane, e poi il ragù e il caciocavallo messo da parte e una manciata di pangrattato. Infornare a 200 °C per circa 20/25 minuti. Sformare il timballo capovolto su una teglia oppure sui piatti e guarnire con un po’ di melanzane fritte a cubetti e foglie di basilico nel mezzo del timballo.

Ristorante Rocco e i suoi fratelli

Vico Saline 5
16036 Rapallo
Tel. 0185 5694050
Cel. 333 3061646
info@roccoeisuoifratelli.it

 

Ti potrebbe interessare anche…

Canederli al formaggio con burro e Parmigiano Reggiano

Canederli al formaggio con burro e Parmigiano Reggiano

Chef Martino Rossi del Rifugio Fuciade  ha preparato per noi i Canederli al formaggio con burro e Parmigiano Reggiano 48 mesi dell'azienda Agricola Bonat Ingredienti per 4 persone 600 g di pane raffermo sbriciolato 4 uova 50 g di Parmigiano Reggiano Bonat 24 mesi...

Fusilloni rigati con patate, cozze e Parmigiano Reggiano

Fusilloni rigati con patate, cozze e Parmigiano Reggiano

Fusilloni rigati Pietro Massi con patate, cozze e Parmigiano Reggiano Bonat  24 mesi preparati dallo chef Fausto Ferrante del Ristorante Da Fausto a Fondi in provincia di Latina Ingredienti per 4 persone:200 g di fusilloni rigati Pietro Massi 160 g di patate Agria 600...

Botalla una storia di famiglia

C’è una storia di famiglia, nel cuore dei formaggi Botalla. Una storia che tramanda la qualità, i sapori e i valori che contano. Con questa passione per la tradizione, la famiglia Bonino porta nel mondo il gusto autentico del Piemonte.   UNA STORIA DI VALORI Era il...

SFOGLIA LA RIVISTA

ABBONATI

POST RECENTI

Antica fattoria La Parrina

Antica fattoria La Parrina

Alla scoperta del magico mondo dell'antica fattoria La Parrina, fatto di storia, di tradizioni, di cultura e di natura incontaminata Un po’ di tempo fa, in occasione di una degustazione di formaggi, ebbi modo di assaggiare un formaggio erborinato di pecora, il Guttus,...

Osteria Da Conte Un’osteria d’altri tempi

Osteria Da Conte Un’osteria d’altri tempi

L'osteria dove regna il calore dell'accoglienza La mia prima volta nell’Osteria Da Conte fu negli anni ’90, anzi, era proprio il 1993. Giorgio Conte, classe 1955, iniziò la sua avventura nel mondo enogastronomico aprendo nel 1978 una birreria a pochi chilometri da...

Panettone che viene dalle terre lontane

Panettone che viene dalle terre lontane

di Rocco Costanzo Panettone è un prodotto tutto italiano? Tantissime sono le specialità che si riconoscono come italiane, dalla pasta alla pizza, solo per citare le più famose. Tra queste, c’è anche il Pan di Toni, meglio conosciuto come il panettone milanese, che è...

SPONSORS

Bonat

Bonat

Formaggio con il latte delle nostre mucche Mi presento, sono Giorgio Bonati e con mio figlio Gianluca conduco la nostra azienda agricola nella campagna parmense. La nostra una famiglia di agricoltori e allevatori da quattro generazioni. Oggi abbiamo circa 100 mucche...

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar, una grande azienda, una realtà importantissima dell'Altopiano di Asiago 7 Comuni Oggi il Caseificio Pennar è un’importante realtà dell’Altopiano, con ben tre punti vendita. Il latte di altissima qualità proviene esclusivamente dagli allevatori...

Guffanti

Guffanti

Guffanti dal 1876 seleziona ed affina i migliori formaggi della tradizione casearia italiana ed europea. La massima attenzione nella ricerca e nella selezione del prodotto caseario di qualità artigianale e la passione per un accurato affinamento, sono le regole...

Valsamoggia

Valsamoggia

Il Caseificio Valsamoggia nasce nel 1974 e da tre generazioni crede fermamente nella qualità e genuinità dei propri prodotti con la passione di sempre. Il nostro obiettivo è guardare al futuro con la determinazione di fare sempre meglio mantenendo inalterata la...

Botalla

Botalla

Era il 1947, quando nacque il marchio Botalla Formaggi, in uno scenario ricco di natura e di colori: l’acqua più leggera d’Italia che sgorga dalle Prealpi biellesi, il verde dei pascoli, il bianco delle creste innevate, il rosso della passione e della voglia di...