Agribirra Setteteste

Redazione |
18 Set, 2020 |

Home » Agribirra Setteteste

L’acqua pura della Renzola, che sgorga nei monti più alti dell’Altopiano di Asiago, il luppolo coltivato nel podere della Cattedra di Canove di Roana, così come l’orzo prodotto a Gallio e Canove di Roana.

Questi sono gli straordinari ingredienti di Setteteste, l’unica birra che dichiara l’origine dei suoi ingredienti, tutti Altopianesi DOC. Il nuovo progetto è fortemente voluto da Andrea Rigoni, imprenditore illuminato, profondamente legato al territorio di questo bellissimo Altopiano, il più grande e più affascinante d’Europa, ricco di storia e teatro di tristi conflitti bellici. Andrea Rigoni, che da tempo e con grande passione si impegna nella valorizzazione agricola dell’Altopiano, ha creato il Biodistretto chiamato Bioaltopiano.

Andrea inizia a raccontarmi un’altra bella storia italiana,

ascolto con attenzione ed impazienza, l’inizio mi piace molto. Un tempo l’Altopiano era coltivato a cereali, mais, grano, orzo, frumento. La politica però ha pensato bene a sostituire queste coltivazioni con foraggi per il bestiame da latte e da carne. Vennero sostituite le greggi di pecore in mandrie di bovini, e tutto diveniva pascolo. Alla fine degli anni ’20, in pieno regime fascista, andavano per le contrade, a bordo di camion, tecnici agrari, con il compito di istruire i contadini a nuove tecniche agricole, era come se salissero in cattedra come dei veri professori. Fu così che nel monte che domina il paese di Canove, si edificò la Cattedra, con stalle, piantagioni, vivai, il tutto sotto il controllo dei Sette Comuni che ne avevano e tutt’oggi hanno la proprietà. Con il passare degli anni si successero vari affittuari, gli ultimi però portarono questa meraviglia al degrado più assoluto.

Andrea Rigoni non poteva rimanere indifferente a questo stato di cose, così nel 2016 si prese la responsabilità di portare Cattedra ai fasti di un tempo.

Iniziò a ristrutturare gli stabili, a bonificare i terreni, coltivando fragole, lamponi, mirtilli, prodotti orticoli, secondo un rigoroso metodo biologico. Infine iniziò a coltivare il luppolo, ingrediente prezioso per produrre la birra. Ed è così che nasce questa straordinaria ed unica birra.

Ma perché il nome Setteteste?

Un tempo in piazza Carli, tra le principali piazze di Asiago, esisteva un arco che univa il Duomo con il Palazzo Comunale. In questo arco venivano raffigurate le Sette Teste pensanti rappresentanti ogni comune dell’Altopiano. Oggi quell’arco non c’è più, ed è per questo che Andrea Rigoni ha deciso di chiamare la sua birra Setteteste, in ricordo di un passato ancora vivo. Questa birra è l’espressione di un territorio coperto da boschi e prati lussureggianti, che profuma di erba tagliata, di essenze floreali ed erbe di sottobosco. Il suo colore ambrato ti colpisce, e la sua dolcezza ti appaga. Con i formaggi non troppo stagionati si sposa in un modo unico. Complimenti a questo imprenditore, che ce la mette tutta per proteggere e valorizzare il suo territorio!

Rigoni di Asiago S.r.l.

Via Oberdan, 28

36012 Asiago (VI)

Tel.: 800 851 451

Tel.: +39 0424 603611

servizio.consumatori@rigonidiasiago.com

www.rigonidiasiago.it

Ti potrebbe interessare anche…

Gelato di Natale L’Angolo del gelato di Carrè

Gelato di Natale L’Angolo del gelato di Carrè

Panettone e Pandoro diventano il gelato da festa nel L'Angolo del Gelato di Carrè di Manuela e Roberto Ad un Natale che si rispetti non possono mancare il Panettone ed il Pandoro. Quest’anno però c’è una novità. Guardate che cosa ci hanno preparato Manuela e Roberto...

Terraliva Una pasta dal sapore antico

Terraliva Una pasta dal sapore antico

Nella splendida terra di Sicilia gli antichi grani hanno una nuova vita Ci voleva una guerra per capire che forse è meglio essere autosufficienti, coltivare i nostri grani, riscoprire i grani antichi che migliaia di anni fa si coltivavano nelle regioni del Sud, nella...

Casale del Giglio

Casale del Giglio

Non lontano dall'antichissima città di Satricum, dalle vigne che abbracciano gli antichi scavi, nascono i vini straordinari. Qui, a Le Ferriere, nel Agro Pontino, nel lontano 1967 Dino Santarelli fonda il Casale del Giglio. Quante belle storie l’Italia conserva nella...

La Signora dei Fiori. Orto Pendolo di Marina

La Signora dei Fiori. Orto Pendolo di Marina

Questa è la storia di Marina, la Signora dei Fiori, e del suo Orto Pendolo nella verde vallata dolomitica. Quante storie meravigliose nascondono le nostre montagne e le nostre valli, storie di artigiani che con le loro mani creano giorno dopo giorno il nostro...

Botalla una storia di famiglia

C’è una storia di famiglia, nel cuore dei formaggi Botalla. Una storia che tramanda la qualità, i sapori e i valori che contano. Con questa passione per la tradizione, la famiglia Bonino porta nel mondo il gusto autentico del Piemonte.   UNA STORIA DI VALORI Era il...

SFOGLIA LA RIVISTA

ABBONATI

POST RECENTI

Pralina di formaggio Alpcäse con finferli

Pralina di formaggio Alpcäse con finferli

Il grande Chef stellato Herbert Hintner del ristorante Zur Rose ha interpretato per Cacio & Pepe Magazine un buonissimo formaggio d’alpeggio, Alpcase, selezionato e affinato dal maestro Hansi Baumgartner, in una ricetta favolosa: Pralina al formaggio d’alpeggio...

SPONSORS

Brazzale, burro e formaggi dal 1784

Brazzale, burro e formaggi dal 1784

Brazzale è la più antica azienda italiana del settore, in attività ininterrotta da almeno 8 generazioni: burro e formaggi dal 1784. L'azienda produce il formaggio Gran Moravia, fatto con metodi tradizionali e con latte di altissima qualità proveniente dalla Filiera...

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar

Caseificio Pennar, una grande azienda, una realtà importantissima dell'Altopiano di Asiago 7 Comuni Oggi il Caseificio Pennar è un’importante realtà dell’Altopiano, con ben tre punti vendita. Il latte di altissima qualità proviene esclusivamente dagli allevatori...

Valsamoggia

Valsamoggia

Il Caseificio Valsamoggia nasce nel 1974 e da tre generazioni crede fermamente nella qualità e genuinità dei propri prodotti con la passione di sempre. Il nostro obiettivo è guardare al futuro con la determinazione di fare sempre meglio mantenendo inalterata la...

Botalla

Botalla

Era il 1947, quando nacque il marchio Botalla Formaggi, in uno scenario ricco di natura e di colori: l’acqua più leggera d’Italia che sgorga dalle Prealpi biellesi, il verde dei pascoli, il bianco delle creste innevate, il rosso della passione e della voglia di...

Formaggio Morlacco del Grappa

Formaggio Morlacco del Grappa

Il Morlacco del Grappa è un formaggio tipico della zona del Massiccio del Grappa, che si estende nelle provincie di Belluno, Treviso e Vicenza (Alano di Piave, Quero, Feltre, Seren del Grappa, Arsiè (BL) – Borso del Grappa, Pieve del Grappa, Possagno, Cavaso del Tomba...